lunedì 2 aprile 2012

Non ti pace!

La prima volta che me lo sono sentito dire ho riso e di brutto anche. E ho sbagliato... Ma che ci vuoi fare, a volte certe affermazioni ti stupiscono talmente che non riesci a fare altro...soprattutto se a dirlo è stata una bimba di scarsi 18 mesi che rifiuta di indossare il vestito da spagnola arrivato direttamente da Minorca per mano della zia Connie.
Non che la volessi far uscire di casa addobbata come una ballerina di flamenco, ma cercavo di inventarmi un qualche gioco nuovo per trascorrere in maniera alternativa una delle troppe domeniche rinchiuse per malattia...e lei per tutta risposta:" No. Non ti pace.".
Dopo il riso, arriva lo sgomento. Eccoti un'altra saputella che vuole decidere già lei cosa indossare...ma non sarà troppo presto? Passi che me lo dica perchè non le piace la medicina, la pappa, o la canzone che passano su RTL...ma che non vuole indossare un vestito, no, è troppo!
Pensavo che si fosse trattato di un episodio saltuario...e invece...venerdì mattina, al momento della vestizione per andare al nido..."mamma non ti pace a tuta!".
Stavolta niente riso, ma strategia della finta tonta, o meglio del "mi sembra stia ronzando una zanzara"...

Considerato che:

1. mi piace curare il suo abbigliamento, ma non ho mai avuto atteggiamenti che incoraggiano alla vanità fine a se stessa...
2. sono fermamente convinta che in ogni caso bisogna privilegiare la comodità,
3. che cmq mi inorgoglisce vedere che già così piccola dimostra il suo caratterino deciso e determinato...
Mi - Vi chiedo:
1. ma non sarà un pò presto per lasciarla esprimere con cotanta determinazione?
2. come si comporta una brava mamma in questi casi?
3. Fino a quando riuscirò ad usare la manovra della zanzara e quando invece arriverò a soccombere????
Si accettano suggerimenti...




N.B. Alla fine il vestito da spagnola l'ha indossato e ci siamo pure divertite!

13 commenti:

  1. io ho 2 bimbi 4 anni leonardo 7 mesi matilde.
    leonardo non ha mai voluto mettere i jeans ...probabilmente perchè costretto una volta e poi è rimasto segnato.. solo adesso accetta quelli di tela...con la cintura...io per renderlo partecipe durante la vestizione lo facevo scegliere diciamo mettendo 3 varianti...tipo 2 maglie che so non piacevano e una che volevo io...insomma era pilotata la cosa...ma forse avendo fatta fatica io per vestirlo questo era quasi un gioco alla fine...la matil 7 mesi...ho detto che non l'avrei mai vestita di rosa...ma mi hanno dato e regalato vestiti dal rosa antico al fuxia passando per tutte le tonalità del viola lilla malva pervinca glicine....hahahahah e quando usciamo tutta rosa ovviamente le vecchiette mi chiedono se è una bimba!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per il tuo contributo e benvenuta!

      Elimina
  2. Secondo me non c'è una ricetta per la brava mamma, nè nessuna ti potrà dire come fare, perché il rapporto tra te e Siria è unico e peculiare, e il suo comportamento al momento del vestirsi [come in tanti altri momenti cruciali: pappa, nanna, camminare con la mano, ubbidire ecc.] è legato a come ti comporti in generale tu con lei e, di conseguenza, lei con te.
    Perciò, e perché non so che dinamica c'è tra voi al momento di verstirla, credo che posso dirti io come farei, e come faccio, con Sara. Sicuramente non cederei, è troppo presto. Non chiedo mai se le piacciono o no i vestiti che indossa o quelli che compro in sua presenza, anche se lei spesso mi dice "Questa cosa mi piace tanto", in modo che poi non si senta autorizzata a dire anche il contrario, mi limito ad assentire, o a sottolineare quanto è bello/a il pantalone/felpa/maglietta ecc. che indossa. Quando è capitato che volesse mettere una cosa diversa da quella che avevo deciso, è bastato dirle con voce ferma, ma gentile, che NO, e che decide la mamma cosa mettere. Se dovesse impuntarsi credo farei come ti ha suggerito una mamma x 2, proporrei due o tre capi, pilotando la scelta.
    Ma Sara è una bimba piuttosto docile e ragionevole, perché riusciamo a dirle no poche volte, ma buone. Ogni bimbo è a sé, credo che conoscendo Siria meglio di chiunque altro troverai tu il canale giusto, senza cedere e senza essere costretta a fare la zanzara, visto che tra sette/otto mesi se farai la gnorri lei ti ripeterà la stessa cosa fino allo sfinimento!
    :o)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Valeria, ci deve essere ancora qualcosa che mi sfugge perchè in genere non compro vestiti in sua presenza e non sottolineo che un abito è più bello di un altro... in genere le dico che è bella qualsiasi cosa indossa, compreso il pigiamino.
      Sono stati due episodi sporadici per fortuna, visto che Siria non è per niente docile e arginare i capricci richiede una grande dose di pazienza...sicuramente il metodo della scelta pilotata lo utilizzerò nel momento in cui la mia indifferenza non produrrà risultati concreti!

      Elimina
  3. ma che bella vestita tutta spaglioleggiante...un bellissimo regalo davvero...Ti posso dire sulla base della mia esperienza minima che entrambi i miei figli hanno sempre dimostrato un carattere deciso...e se certe volte mi capita di alzare la voce per farmi ubbidire nel mio cuore sono felice della determinazione che con quel mi piace o non mi piace dimostrano...Rosa anche se un vestito le fa schifo lo mette...continua a dire che le fa schifo ma non fa mai storie...credo che si fidi di me o almeno lo spero
    Un bacione belle ragazze

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Renata del tuo contributo...come dicevo sopra per fortuna ci sono stati solo 2 episodi per ora...e non sono intenzionata ad assecondarla...vedremo come andrà in seguito!
      Bacioni!

      Elimina
  4. Mio figlio ha due anni e, anche lui, vuole decidere da solo cosa mettersi. Se possibile lo accontento, mettersi un vestito anzichè un'altro è indifferente, se sono entrambe puliti, adatti alla stagione e al luogo dove dobbiamo andare. Quando la richiesta è inaccettabile (tipo i sandali a gennaio o il piumino in pieno agosto) cerco di fargli capire il perchè del mio no e di farlo ragionare. A volte ci riesco mentre altre c'è proprio da lottare!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuta Framm! La mia preoccupazione è proprio questa...fino a quando riuscirò a ragionare e quando mi dovrò armare di ulteriore pazienza per la lotta???

      Elimina
  5. Noi ancora non siamo in questa fase, comunque per quanto ne so io devi farle scegliere tra soli 2 capi, apparentemente sceglierà lei ma in realtà i due capi li scegli tu! ^_^
    Fammi sapere se funziona! ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei fortunata allora...anche perchè di solito i maschietti sembrano meno propensi a questi capricci.
      Vedremo come andrà a finire...baci!

      Elimina
  6. Per quel che so io, cominciare a voler decidere cosa mettere è un sano segno di corretto sviluppo: la tua bimba è prossima ai due anni ed è un momento in cui i bambini hanno bisogno di affermare la loro personalità. E' un periodo un po' complicato - una specie di prima adolescenza - in cui per i genitori è importante cercare di dare una direzione, ma senza drammatizzare.
    Anche Binotto, che ora ha 20 mesi, ha cominciato ad esprimere preferenze sui vestiti. Io lo trovo così carino, anche divertente. Io lo coinvolgo , gli chiedo cosa gli piacerebbe tra due cose ad esempio e lui sceglie.
    Lui così si sente accettato perché ha potuto dire la sua. E io ne sono felice.
    Secondo me il trucco è non drammatizzare: apprezzare e sorridere. Stanno crescendo!
    Hai mai letto Jesper Juul?
    A presto!
    :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non conosco Jesper Juul. mi puoi suggerire qualcosa?

      Elimina
    2. Jesper Juul è un terapeuta familiare danese. Ho letto il primo libro di lui mentre ero ancora incinta ed è stato illuminante, quindi te lo consiglio volentieri: "Il bambino è competente".
      A presto!
      :)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...