giovedì 4 settembre 2014

Di Polvere e Ragnatele

Aprire una porta rimasta chiusa per tanto tempo non è mai cosa semplice o divertente. Se non si è formata la ruggine intorno alla serratura si è comunque creata una buona dose di polvere e i ragni hanno messo dimora.
Un po' quello che è successo qui sul blog.
Dopo l'ultimo post un tantino triste sono quasi completamente scomparsa dal web e no, le due cose non sono collegate. Semplicemente non avevo più voglia di scrivere e condividere i miei pensieri (non che prima lo facessi con tanta frequenza o costanza) oppure se anche mi sentivo ispirata, mancava la concreta possibilità o una tastiera a disposizione per buttar giù due righe. Insomma, passato il momento...ci siamo capite, vero?
Ho riflettuto tanto in questi mesi sull'opportunità di tenere aperto ancora il blog. E non sono giunta ad alcuna conclusione. Di certo c'è il fatto che il web senza la mia presenza sopravvive di sicuro dato che non ho scoperto la formula della felicità o l'elisir della eterna giovinezza. Considerata poi la mia incostanza e la mia presenza a saltelli non posso dire, ahimè, di aver intessuto chissà quale fitta rete di relazioni virtuali, con un paio di eccezioni che non vorrei mai si perdessero.
Pertanto il quesito resta: che ci sto a fare qui? Perché scrivo? Non voglio prendermi in giro e tanto meno desidero farlo con i due o tre lettori che saranno rimasti: non scrivo solo per me stessa. Se così fosse comprerei un bel diario per raccogliere i pensieri e stop. Ho iniziato a scrivere questo blog per vincere la solitudine che vivevo in un periodo un po' delicato e come a tutte credo sia successo, ho provato una immensa emozione a leggere il primo commento ricevuto. Devo molto alla rete, dalle opportunità di confronto sulle tematiche più disparate, agli stimoli importanti che mi hanno smosso in più occasioni, al non sentirmi sola di fronte ai problemi, e forse è questo senso di gratitudine che mi frena dal mettere la parola fine all'esperienza del blog.
Perciò ringrazio tutte le persone che in questi anni sono passate a leggere e hanno lasciato un commento, chi mi ha scritto una mail,  chi mi ha risposto,  chi mi ha coinvolto nelle sue iniziative, chi è stato silenzioso ma c'è stato, chi mi ha accolto nel suo blog, insomma tutti.
Proverò a riprendere in mano le redini di questo posto e chi vivrà vedrà.
A presto,
Verdiana


18 commenti:

  1. Bentornata Verdiana. Se continuerai, noi saremo qui!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Lucia, la tua presenza è sempre graditissima!

      Elimina
  2. Ti capisco benissimo!! Io gestivo un blog sul defunto splinder e quando non c'è stato più nulla da dire, è morto da sé.
    Se vorrai continuare, io ti leggerò :D
    Bentornata!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio per la presenza e la comprensione. La cosa strana non è stato tanto il non aver nulla da dire, anche perché questa stramba estate appena trascorsa è stata comunque piena, vissuta, bella. E forse da raccontare di me c'è davvero tanto, probabilmente lo farò; semplicemente è mancata la voglia, a tratti unita al pensiero "ma a chi vuoi che interessi?". Cmq ora sono di nuovo qui e staremo a vedere ;-)

      Elimina
  3. Non sai quanto ti capisco Verdiana, perché anche la mia lunga assenza non è stata determinata solo dalla mancanza di tempo, ma dalla stessa mancanza di voglia di raccontarsi che hai avuto tu. Credo sia fisiologico avere dei momenti del genere, e che, naturalmente, bisogna assecondarli.
    Un abbraccio per ora... e speriamo a presto :o)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai centrato il punto Valeria! Un abbraccio anche a te!

      Elimina
  4. Anche io sono un po' incostante, ma non sono mai riuscita a chiudere definitivamente. Spero che non lo faccia anche tu!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Robin è sempre incoraggiante sentire che non si è la sola! E' anche per questo che provo gratitudine per la rete, alla fine non mi sento mai sola!

      Elimina
  5. ciao verdiana, non siamo maca solo due o tre!! dai dai continua a scrivere..è una terapia per le anime tristi!! la tristezza va e viene, per tutti...per ora ti abbraccio e ti dico bentornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Katia, sei sempre un concentrato di positività. Ma come dicevo sopra non è stata la tristezza a tenermi lontana, chiamiamola svogliatezza! Un abbraccio anche a te!

      Elimina
  6. Capisco le tue perplessità perché sono anche le mie... E quest'estate sono sparita sia per mancanza di pc ( io con il cellulare non riesco proprio a scrivere) sia per mancanza di voglia. Poi qualche giorno fa ho deciso di pubblicare una bella intervista fatta a giugno ad una mamma e amica speciale. Perché penso che la bellezza del web sia il poter condividere storie, momenti, stati d'animo, informazioni e che dietro a tutto ci sono comunque delle persone. Quindi voglio continuare a scrivere e a leggere i vostri blog:-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Francesca per le tue belle parole. Non ho ancora letto l'intervista, sono un po' in arretrato di post da leggere, ma cercherò di ritagliarmi un momento di calma per potermi emozionare a dovere!
      Un bacio!

      Elimina
  7. Cara Verdiana, segui il tuo cuore e la voglia o meno di scrivere! e tutto andrà bene!! un forte abbraccio, continuo a leggerti :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara, cercherò di fare proprio così!

      Elimina
  8. io ti conosco da poco, ma ti ho sempre letta con piacere.. in bocca al lupo per le tue scelte!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Crepi il lupo! E grazie per l'incoraggiamento!

      Elimina
  9. io come sai scrivo da poco, ma scrivo molto. almeno per ora. credo sia dovuto in buona parte all'entusiasmo che un'esperienza nuova porta con sè. e anche al fatto che non lavorando trovo nel blog uno spazio e un momento in cui fare altro da "casa, figli, famiglia". e in questo periodo no mi sta aiutando a distrarmi, a tenermi impegnata in altro e allo stesso tempo a raccogliere il bello e non lasciarmi sopraffare da tristezze, ansie e paure. e quando il periodo no è cominciato ho creduto che mi sarei allontanata e avrei sospeso la scrittura, e invece...mettermi lì, scrivere, rispondere, leggere gli altri, dialogare, di cose frivole o meno, mi sta aiutando non poco.
    comunque mi capita spesso di leggere di blogger ben più navigate di me e che scrivono da tempo, che arriva il momento di stanca e di svogliatezza. credo sia in qualche modo fisiologico. e naturale.
    Comunque come puoi vedere dai commenti, a molti interessa quello che hai da scrivere e condividere! noi siam qui!
    un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Shaula, tu e le altre siete sempre ospiti graditissime! Un abbraccio anche a te!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...